Poggio più Attiva

Amiamo una Poggio attiva e dinamica. Un territorio che abbia chiaro e persegua un proprio progetto di sviluppo locale, sappia essere una città delle opportunità e del lavoro per chi vuole intraprendere o per chi già ha scelto Poggio come sede della propria attività economica nei servizi, nel commercio o nell’artigianato. Territorio dinamico che sappia organizzarsi per sostenere la crescita del turismo. Attiva a sostegno di una cultura dello sport e attiva perché all’altezza dei progetti dei giovani.

Commercio, artigianato, servizi, agricoltura

Intendiamo dare centralità al tessuto economico locale, da sostenere e sviluppare attraverso i seguenti interventi:
– Potenziamento dei canali informativi e della concertazione locale fra amministrazione ed associazioni di categoria economiche e del lavoro per favorire l’imprenditorialità locale. Promozione di un ‘patto per Poggio a Caiano’, volto ad individuare un progetto di sviluppo locale condiviso e azioni coordinate per incentivare nuove localizzazioni di impresa e sostenere le attività già esistenti.
– Miglioramento del SUAP (sportello unico attività produttive) nella parte di competenza comunale, al fine di semplificare l’apertura di nuove attività economiche tramite un servizio che permetta risposte chiare e in tempi rapidi, volte a favorire le scelte e la localizzazione dell’impresa.
– Istituire una celebrazione pubblica ricorrente di premiazione delle realtà del commercio e dell’artigianato ‘storiche’ di Poggio a Caiano ed in particolare di quelle che si siano distinte per particolari ‘meriti sull’etica del lavoro’ (etica sociale, lavorativa, sostenibilità ambientale).
– In sinergia con la Pro Loco di Poggio a Caiano, mantenimento e potenziamento di iniziative a sostegno del commercio locale come la ‘Passeggiata enogastronomica medicea’ e ‘Poggio in vetrina’. Impegno per ricercare nuove occasioni di valorizzazione del territorio (es. ‘Poggio in fiore’).
– Avvio di un percorso di confronto con le associazioni di categorie economiche per l’individuazione di iniziative di valorizzazione delle produzioni artigianali locali.
– Sostegno e valorizzazione della progettualità del Centro commerciale naturale ‘Poggio Novo’, valutando insieme agli operatori economici, la possibilità di un suo ampliamento per una migliore e più efficace promozione commerciale di area.
– Iniziative di valorizzazione del mercato settimanale di Piazza della Riconciliazione, mediante una sempre più stretta collaborazione con le associazioni di categoria e la ‘commissione mercato’.
– Iniziative per la valorizzazione dei prodotti agricoli locali, di metodi di coltivazione più rispettosi dell’ambiente, di progetti di recupero delle varietà colturali antiche e a tutela della biodiversità, avvalendosi anche della collaborazione dell’associazione Oasi Apistica Le Buche.
– Impegno, previa ricerca degli spazi e finanziamenti necessari, per la creazione di spazi di coworking, per facilitare lo sviluppo di nuove attività supportando in particolare i giovani nell’intercettazione di fondi europei e nazionali.
– Realizzazione di corsi volti a far acquisire ai partecipanti competenze specifiche direttamente spendibili nel mercato del lavoro (es. corsi di lingua inglese, marketing digitale, accesso ai bandi europei…).
– Potenziamento aree di Free-WiFi.

Turismo

Parte centrale del progetto di sviluppo locale del territorio poggese sarà ricoperta da tutti gli interventi ed azioni volte alla crescita del turismo. L’offerta turistica di Poggio a Caiano, non può che riconoscere nella Villa medicea patrimonio dell’umanità UNESCO, il maggior elemento attrattivo dell’offerta turistica locale, che possiede al proprio interno un altrettanto eccezionale Museo della Natura Morta, composto da circa 200 dipinti rappresentativi in buona parte della biodiversità della Toscana medicea. La prossima realizzazione del nuovo ponte Leopoldo II (c.d. ‘ponte Manetti’) riconnettendo la Villa con la Fattoria e le Cascine ricostituirà il disegno originario di Lorenzo il Magnifico. Il nuovo collegamento aprirà a nuove opportunità per Poggio a Caiano che vedrà arricchito il proprio prodotto turistico di un’offerta di tipo naturalistico/sportivo con percorsi trekking e ciclistici che rappresentano e rappresenteranno ancor di più una ricchezza per tutto il territorio del Montalbano. Il riassetto del centro storico permetterà inoltre una maggiore attrattività e fruibilità di questa area importante di Poggio a Caiano, riqualificando al contempo lo spazio prospiciente le Scuderie Medicee che ospitano al loro interno sale convegni oltre al piccolo ma importante Museo Soffici, divenuto in pochi anni uno dei punti di riferimento a livello nazionale sull’arte figurativa del Novecento italiano e che pertanto rappresenta, a sua volta, in special misura con le mostre allestite presso il salone espositivo, un ulteriore richiamo dal punto di vista turistico e culturale per Poggio a Caiano.
Intendiamo sostenere le presenza turistiche e gli arrivi in aumento negli ultimi anni tramite:
– Iniziative volte ad accrescere la consapevolezza fra gli operatori culturali ed economici del territorio
sull’importanza del sistema culturale locale.
– Iniziative volte a creare legami maggiori fra il Museo della Natura morta e l’enogastronomia locale.
– A seguito della riforme regionali sul turismo, sostegno alla creazione di un osservatorio turistico di
destinazione a livello provinciale per un confronto sulle strategie di sviluppo turistico fra istituzioni
ed operatori economici.
– Maggiore flessibilità negli strumenti urbanistici ed edilizi per favorire l’apertura di strutture
ricettive.
– Rafforzamento della centralità dell’ufficio turistico in collaborazione con la Pro Loco, quale primo
punto informativo e sempre più cabina di regia di un sistema multi servizi a vantaggio dell’offerta
turistica locale e di area.
– Rafforzamento delle sinergie turistiche di area, in particolare con Carmignano, Vinci, Prato,
Quarrata e Cerreto Guidi a fini promozionali, ricettivi e di riconoscibilità e qualificazione dei percorsi turistici. Adesione al ‘manifesto per il futuro del Montalbano’ insieme a tutti comuni del comprensorio del Montalbano.
– Individuazione di un’area dedicata alla discesa e risalita dei bus turistici nella zona del centro storico/dintorni Scuderie medicee.
– Individuazione di un’area di sosta camper.
– Realizzazione di un ‘Museo della natura viva’ in prossimità del Podere Le Buche, lungo il percorso
turistico che dalla Villa e dal suo Museo della Natura morta, porterà alla Fattoria medicea ed alle
Cascine, attraversando il nuovo ponte Manetti.
– Ricerca di una collaborazione con la proprietà della casa di Ardengo Soffici per favorire giornate di
visita dello studio e dell’atelier dell’importante pittore poggese.
– Potenziamento dei canali promozionali del territorio dal punto di vista turistico e dell’offerta
convegnistica comunale.
– Favorire il miglioramento degli intrattenimenti della Festa dell’Assedio alla Villa, in collaborazione con il relativo comitato organizzatore e la Pro Loco.
– Partecipazione attiva e propositiva al tavolo regionale per la valorizzazione del sito seriale UNESCO ‘Ville e giardini medicei in Toscana’.
– Affinamento a livello locale degli strumenti per la raccolta di dati statistici sul turismo.

Sport e tempo libero

Crediamo che le attività sportive rivestano un’importanza centrale per il benessere fisico e sociale; oltre a garantire la massima attenzione all’impiantistica sportiva comunale esistente (campi sportivi, palazzetto dello sport, palestre comunali) ci impegneremo nella realizzazione dei seguenti interventi:
– Interventi di manutenzione dell’impiantistica sportiva esistente, co-progettazione con le Società Sportive e le Federazioni finalizzate alla ricerca di finanziamenti esterni per la ristrutturazione o la realizzazione di nuove strutture sportive.
– Realizzazione di un playground per gli sport all’aria aperta.
– Rinnovamento dei giochi e delle attrezzature nei giardini pubblici e nel Parco del Bargo.
– Realizzazione di un nuovo giardino pubblico in Piazza Taranto complementare a quello di via Toti.
– Realizzazione di nuove aree ‘sgambatoio’ dove i cani possano correre e giocare in tutta sicurezza.