Poggio più Civile

Cultura, scuola, associazionismo. Crediamo nell’importanza della cultura, ovvero quel patrimonio di
conoscenze che una comunità ritiene significativo del passato e del presente, per vivere consapevolmente la contemporaneità ed orientare il futuro. Il nostro benessere passa anche dal sistema culturale locale, dalla qualità dei nostri istituti scolastici e dalle attività formative promosse. Passa dalla scuola una cittadinanza libera di far emergere le potenzialità di ciascuno di noi, così come in particolar misura l’educazione ad una cittadinanza consapevole. Amiamo Poggio con la sua peculiarità di essere terra dell’associazionismo che è un modo davvero alto di prendersi cura del proprio paese; crediamo infatti che ‘il terzo settore’ rappresenti una ricchezza civile da sostenere perché con il principio della reciprocità permette di avere più servizi, dal punto di vista culturale, sociale, economico di cui tutti possiamo beneficiare. Ci impegneremo per la promozione delle pari opportunità e per il supporto alle disabilità, per politiche dedicate alle famiglie, all’infanzia e la terza età; crediamo infatti che se ci interroghiamo sulle fragilità, avremo anche le risposte per una società più giusta: BENESTARE e BENESSERE camminano insieme, il bene comune è ciò che li unisce.

Sistema culturale

– Impegno per un ulteriore aumento dell’orario di apertura della Biblioteca comunale F. Inverni; incremento ed aggiornamento del patrimonio librario ed audiovisivo per favorirne il prestito. Creazione di una commissione consultiva per gestire al meglio la programmazione della attività della biblioteca stessa.
– Prosecuzione della valorizzazione dei personaggi illustri poggesi e della storia locale con mostre, libri e convegni. Un occhio di riguardo si avrà per le celebrazioni, nel 2021, del centenario della nascita della Beata Margherita Caiani, Fondatrice dell’Istituto delle ‘Minime’ di Poggio a Caiano.
– Prosecuzione di laboratori ed attività per bambini presso la biblioteca comunale e le Scuderie Medicee, aumento dell’offerta culturale e di orientamento per la fascia di età adolescenziale e per ragazzi delle superiori.
– Impegno per la ristrutturazione di almeno una stanza del primo piano delle Scuderie medicee, che ospita Il Museo Soffici, al fine di ampliarne l’offerta espositiva sul Novecento pittorico italiano.
– Prosecuzione delle mostre presso il Salone Espositivo con particolare riguardo agli artisti del Novecento italiano.
– Potenziare l’offerta culturale del Festival delle colline, importante rassegna musicale poggese giunta alla 39ma edizione.
– Prosecuzione e rafforzamento di iniziative e rassegne volte alla valorizzazione della lettura e della ‘parola’ (in particolare della lingua italiana, così come indicato dall’Accademia della Crusca), favorendo occasioni di riflessioni sull’uomo e la contemporaneità.
– Coinvolgere gli artisti locali per iniziative espositive, operistiche, teatrali e musicali da svolgersi, in alcuni casi, presso la Villa medicea, in collaborazione con il Polo Museale della Toscana.
– Sostegno ad eventuali azioni per la valorizzazione della Cappella della Villa medicea in collaborazione con la Misericordia ed il Polo Museale della Toscana.
– Favorire, in collaborazione con la Pro Loco, la realizzazione di gite in città d’interesse storico/artistico/culturale.
– Premiare e valorizzare ricerche e tesi di laurea che abbiano ad oggetto il nostro patrimonio culturale.
– Rafforzamento del gemellaggio con Charlottesville sulle orme di Filippo Mazzei, in particolare con progetti di interscambio culturale, formativo e borse di studio.
– Impegno per favorire azioni di solidarietà a sostegno del popolo Saharawi ed in particolare per il campo profughi di Aguenit con cui il Comune di Poggio a Caiano è gemellato.
– Verifica delle condizioni per l’istituzione di ulteriori gemellaggi ‘italiani’ o ‘europei’, programmi di scambi fra giovani ed iniziative per rafforzare la cittadinanza europea, al fine di favorire la creazione di ulteriori opportunità di formazione e interscambio interculturale.
– Potenziamento e valorizzazione dell’albo del volontariato.
– Iniziative volte al riconoscimento della figura dal ‘mentore’: la terza età come importante riserva di
saggezza di una comunità e di orientamento per le nuove generazioni.
– Prosecuzione delle attività nelle Scuderie con corsi di computer (punto PAAS), presentazione di
libri, rassegne di cinema d’autore.

Associazionismo

– Modifica al regolamento delle Scuderie Medicee per individuare uno spazio condiviso e gratuito a disposizione delle associazioni di volontariato poggesi, coniugando le esigenze delle associazioni con le necessità pubbliche.
– Mantenimento dei contributi pubblici alle associazioni per progetti annuali di promozione culturale e sociale del territorio.
– Riproposizione e rafforzamento della Festa del Volontariato.

Istituti scolastici e formazione

– Prosecuzione del servizio di pre e post scuola.
– Piena collaborazione con gli istituti scolastici per progetti di educazione civica, educazione alla
legalità, contrasto al fenomeno del bullismo, prevenzione alla ludopatia ed alla violenza di genere e per la piena consapevolezza dei ragazzi alle celebrazioni pubbliche annuali (Giorno della memoria, 25 aprile…)
– Incremento delle iniziative di sostegno allo svolgimento dei compiti dopo l’orario scolastico.
– Impegno per aumentare i contributi alle famiglie al fine di poter usufruire del nido comunale,
sostenendo maggiormente quelle con un reddito medio basso.
– Apertura degli asili comunali anche in orario serale dotandoli di maggiore flessibilità: una forma di
aiuto ai genitori con un servizio educativo ‘ad ore’ per l’accoglienza dei bambini.
– Completa messa a disposizione dell’edificio della scuola ‘Lorenzo il Magnifico’ con conseguente spostamento degli uffici della Polizia Municipale permettendo di ricavare lo spazio per una nuova
classe ed ulteriore superficie a disposizione anche ad uso mensa.
– Sostegno ai progetti di educazione musicale promossi dalle due principali associazioni del paese: la
scuola di Musica l’Ottava nota e la Filarmonica G. Verdi. Supporto per l’istituzione di una sala prove sul territorio comunale.